Hosting e Spazio Web su Guida Hosting.

Scegliere il tipo di hosting: hosting condiviso, VPS o hosting dedicato?

Per scegliere il miglior hosting è essenziale prestare attenzione ad una serie di elementi, che possono influire in modo più o meno significativo sulle prestazioni del servizio, sulla stabilità del sito e sulla sua accessibilità agli utenti ed ai motori di ricerca.

In questa sezione esaminiamo alcuni degli aspetti cui occorre prestare attenzione per trovare il miglior hosting, così da offrire un valido aiuto a chiunque si trovi nella condizione di dover scegliere il servizio di hosting e spazio web più vicino alle proprie esigenze.

Distinguiamo, innanzitutto, tre tipologie principali di hosting: l'hosting condiviso, il VPS (o server privato virtuale) e l'hosting dedicato. Gran parte dei provider e dei fornitori di hosting italiani e internazionali offrono tutte e tre le tipologie di servizio, a prezzi differenti.

Hosting condiviso

L'hosting condiviso, o shared hosting, è chiamato in questo modo perchè su un medesimo server sono memorizzati più siti Internet, che ne condividono le risorse. Gli utenti del servizio hanno a disposizione un pannello di controllo per gestire il proprio account. L'hosting condiviso offerto dai grandi provider italiani e internazionali si caratterizza per un buon rapporto qualità prezzo, in quanto consente a privati e piccole aziende di pubblicare il proprio sito statico o dinamico ad un prezzo decisamente accessibile.

VPS o server privato virtuale

Un VPS, o server privato virtuale, è una soluzione intermedia tra l'hosting condiviso e l'hosting dedicato. Nel caso del VPS, un server fisico è partizionato in un certo numero di server virtuali. Ognuno di questi server virtuali dispone delle caratteristiche e delle funzioni di un server dedicato indipendente (sistema oprativo, quota di CPU, memoria e disco), consentendo così all'utente un maggior grado di flessibilità e adattabilità all'utente rispetto all'hosting condiviso (sia pure ad un prezzo superiore).

Hosting dedicato

Chi si affida ad un servizio di hosting dedicato noleggia di fatto un'intera macchina server, acquisendo la possibilità di sfruttarne appieno le risorse e modificarne a proprio piacimento le impostazioni di sistema. In commercio è possibile trovare soluzioni di hosting dedicato Linux o Windows, così come distinguiamo servizi "managed" e "unmanaged" (a seconda che il servizio sia gestito da parte di uno staff tecnico dedicato o meno). L'hosting dedicato è la soluzione più efficiente e affidabile rispetto a quelle sinora presentate (e quindi indicata per siti web dinamici di grandi dimensioni), pur caratterizzandosi altresì per costi sensibilmente superiori (che possono arrivare fino a 400 euro al mese).

Come orientarsi nella scelta tra hosting condiviso, VPS e hosting dedicato?

Per la maggior parte dei siti web (siti personali, piccole aziende) potrà essere sufficiente il ricorso ad un buon shared hosting, mentre in presenza di siti consolidati, che richiedono un gran numero di risorse o destinati ad attrarre un elevato volume di traffico si renderà più indicato optare per un VPS o un hosting dedicato. Tutto dipende, insomma, da quelle che sono le proprie esigenze in termini di servizi, utenza e traffico. Occorre poi naturalmente tenere sempre in considerazione il fattore economico: non avrebbe infatti senso optare per un piano di hosting eccessivamente dispendioso rispetto a quelle che sono le proprie, reali esigenze in termini di velocità ed efficienza per il proprio sito.

> Requisiti di un hosting di qualità